Atypical, primo episodio: impressioni

Bene! Ne abbiamo parlato molto e da oggi è finalmente disponibile la serie Atypical, che parla di un ragazzo autistico e dei suoi problemi nel relazionarsi con le ragazze, su Netflix.

Ho appena finito di guardare il primo episodio e devo dire di averlo trovato interessante e divertente, come mi aspettavo dal trailer che avevo visto (e che potete vedere in questo stesso articolo sottotitolato).

Impressioni

Le prime impressioni, dicevo, sono più che positive.

Continue reading “Atypical, primo episodio: impressioni”

Segni di ‘stimming’ in una bambina nello spettro autistico a 2 e 5 anni

Our AUsome life (scritto proprio così) è uno dei due vlog (l’altro è Fathering autism) di famiglie con figli nello spettro autistico che seguiamo con una certa costanza, perché ci permettono di comprendere meglio, dal punto di vista di chi vive con l’autismo tutti i giorni, come può svolgersi una giornata di una famiglia con ragazzi che sono nello spettro autistico. In questo video è interessante notare lo ‘stimming‘ (compiere gesti ripetitivi con le mani come agitarle, stringerle, torcerle ecc.) di una bambina a 2 e a 5 anni. Ora la bambina è cresciuta e possiamo notare i cambiamenti (in questo video si vede solo com’era).

Autismo e stereotipie

Vediamo in pratica come si può manifestare una stereotipia e quale può essere una sua interpretazione. Come definizione, in generale, una stereotipia è “la ripetizione di una sequenza invariata e costante di uno o più comportamenti. Ne esistono di diversi tipi: motorie, nella comunicazione scritta o parlata, nei giochi, nel disegno, e così via.”

Per i ragazzi con autismo vi sono anche le stereotipie negli interessi. Questa capacità di focalizzare l’attenzione su uno specifico interesse potrebbe rappresentare sia un problema che un’opportunità. Dipende dall’oggetto sul quale l’interesse si focalizza e sulle modalità con cui questo interesse si manifesta. Anche un’attività che può portare a migliorare determinate capacità, se assorbe troppe energie nel soggetto con autismo, potrebbe avere delle conseguenze non positive sul suo benessere. L’eccessiva attenzione per i dettagli dell’oggetto di interesse potrebbe portare a delle fobie che potrebbero compromettere ancora di più le capacità di socializzare. Al contrario, un interesse verso un’attività particolare può portare ad un’acquisizione di abilità che possono essergli molto utili sia per quell’ambito che per altri che possono venirne influenzati positivamente. Esempi di questi effetti positivi li abbiamo visti in molti altri articoli di questo blog.

Nel seguente video, invece, la stereotipia motoria è utilizzata dal bambino per esprimersi. In questo caso esprime felicità per l’attività – per lui piacevole – che sta svolgendo.

Articolo in inglese sulle stereotipie (stimming)