Cos’è la token economy?

Token economy: di cosa si tratta?

Related image

Come comunicare ad un bambino con autismo che ha svolto un’attività in modo corretto oppure che si è comportato bene, in modo da gratificarlo e che comprenda meglio come fare le cose in modo corretto e senza ansia? Se le parole possono confonderlo (e, in genere, troppe indicazioni confondono e irritano qualunque bambino) oppure non lo motiva un semplice incoraggiamento, si può ricorrere alla Token economy.

Related image
La Token Economy (tradotta in italiano come “economia simbolica“, “economia a gettoni” o anche “sistema di rinforzo a gettoni“) è una tecnica psicologica di riabilitazione, sviluppata sulla base della psicologia comportamentale.
I ragazzi con autismo hanno difficoltà a seguire istruzioni verbali, per cui un metodo come questo, che fa uso di immagini, simboli o oggetti, sembra essere spesso efficace.
La motivazione ad ottenere il riconoscimento, che sommato agli altri fa raggiungere un obiettivo desiderato, la prevedibilità della sequenza di attività da compiere, l’aiuto delle immagini, sono tutti fattori che ne decretano l’efficacia. Vediamo di spiegare meglio come funziona.

Related image
Sto lavorando per – premi

 

Matson e Boisjoli la ritengono uno dei metodi più efficaci per l’analisi dei comportamenti applicati.

One of the most important technologies of behavior modifiers and applied behavior analysts over the last 40 years has been the token economy. These procedures are useful in that they help provide a structured therapeutic environment, and mimic other naturally occurring reinforcement systems such as the use of money. Token economies, at least from a research standpoint, appeared to have crested in popularity during the 1980’s. However, for children with intellectual disability (ID) and/or autism, such methods continue to hold considerable therapeutic promise. An overview of past developments, current status, and potential future trends and applications with respect to this special population are discussed.

Traduzione: Una delle tecniche degli analisti del comportamento applicato degli ultimi 40 anni è stata la token economy. Questi metodi sono utili in quanto aiutano a fornire un ambiente terapeutico strutturato e imitano altri rinforzi usati normalmente come l’uso del denaro. Le token economy, almeno dal punto di vista della ricerca, hanno raggiunto il massimo della popolarità negli anni ’80. Tuttavia, per i bambini con disabilità intellettive e/o con autismo, questi metodi continuano a mantere le promesse terapeutiche in modo rimarchevole. Verrò dato uno sguardo (nell’articolo dei due autori) agli sviluppi passati, allo stato attuale delle cose e al potenziale trend e applicazioni future riguardo questo tipo di persone speciali.

The token economy for children with intellectual disability and/or autism: a review.

All’interno di un sistema educativo, il sistema della Token economy è un sistema che fornisce all’alunno un rinforzo positivo dandogli dei gettoni quando completa un compito o quando si comporta in un certo modo.
Viene utilizzato come metodo per rinforzare un comportamento, o incrementare la sua frequenza, perché i gettoni sono un modo per ‘ricompensare’ i bambini per aver completato un compito che lo motivano, quindi, ad attivare un comportamento. Lo si può usare ad esempio per spingerlo a comunicare verbalmente, nel caso in cui non senta istintivamente il desiderio di farlo. I bambini possono poi utilizzare questi gettoni per poter svolgere delle attività o per usare gli oggetti che preferiscono.

In cosa consiste?

Consiste in una forma di contratto educativo, tramite il quale l’educatore ad ogni comportamento corretto dell’alunno, consegna un gettone. Al raggiungimento di un certo numero di gettoni l’alunno avrà accesso ad un ‘rinforzo’.

È ritenuta uno dei metodi più importanti a disposizione degli analisti del comportamento applicato.

Domanda e offerta

Per quantificare il numero di token richiesto per ottenere il ‘rinforzo’, si tiene conto della complessità del compito richiesto e dell’appetibilità del rinforzo stesso.

Il criterio principale è quello della domanda e dell’offerta: più un rinforzo (o rinforzatore) è gradito più alto sarà il prezzo. Più il compito è complesso, maggiore sarà il numero di token assegnati con il suo completamento.

Comprendere le regole

Le regole vanno spiegate in modo comprensibile al bambino, a secondo del suo livello di comprensione e devono essere chiare.

Applicazione

Dalla pubblicazione di “The token economy: A motivational system for therapy and rehabilitation”, nel 1968 (Ayllon e Azrin), la token economy è stata impiegata in molti campi, dalla psicologia all’educazione.

Vantaggi

È facile da applicare ed evita la saturazione dei rinforzatori. Permette, inoltre, di rinforzare un comportamento positivo anche quando il rinforzo non è al momento disponibile. Un altro vantaggio è la possibilità di controllare la frequenza con cui si manifestano i comportamenti ritenuti adeguati (Il manuale ABA-VB, Ricci et al.).

Articolo in inglese sulla Token economy


Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.