Caffè Bistrot Bistrani, lavoro e autismo: un progetto nato a Torino

Il 27 ottobre 2018 è stato aperto un caffè gestito esclusivamente da persone con autismo, il Caffé Bistrani, un progetto che è nato nella città di Torino. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di favorire l’incontro delle persone con autismo con il mondo del lavoro, spesso difficoltoso. Il locale si trova in via Sassari e offre sia il servizio bar, la vineria con annessa tavola calda. Si prevede l’inserimento da 10 a 12 lavoratori che avranno orari di lavoro personalizzati. Si parte con 7 ragazzi che svolgeranno le varie mansioni all’interno del locale, dopo aver frequentato un corso di formazione.

L’idea del progetto è partita dall’associazione Autismo e Società Onlus e dalla presidente Cristina Calandra che spiega come le persone con autismo non siano considerate a livello lavorativo.

Siamo partiti dal presupposto – spiega Cristina Calandra – che le persone autistiche non siano adeguatamente considerate né a livello lavorativo né come potenziali clienti di un’attività commerciale; per questo abbiamo pensato a un luogo e a un’attività dove tutti possano esprimere le proprie potenzialità e, contemporaneamente, sentirsi a proprio agio in una dimensione di contatto con la realtà fondamentale per sviluppare l’autonomia e la relazione”.

Questo darà la possibilità di dare nuove opportunità, non solo di lavoro, ma anche di contatto, entrambi aspetti fondamentali per permettere alle persone nello spettro autistico di poter esercitare in modo sereno le proprie capacità per creare quelle abilità che consentano loro di inserirsi nel mondo del lavoro.

Clicca per leggere il progetto

Il progetto

http://www.bistranibistrot.it/Progetto-BISTRANI.pdf

Qualche immagine del Bistro Bistrani da torinooggi.it.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.