Consigli per l’insegnamento a bambini con autismo di Temple Grandin

Temple Grandin è probabilmente la persona con autismo più famosa al mondo. Secondo lei Silicon Valley è piena di persone con la Sindrome di Asperger, che non hanno o non vogliono una diagnosi. All’èta di quattro anni Temple non parlava ancora. Il padre pensava che dovessero chiuderla in un ospedale psichiatrico. È stato un inizio molto difficile per chi sarebbe diventata una delle più persone più autorevoli nel campo della cura degli animali e una dei più famosi promotori della consapevelozza sull’autismo.

Temple ritiene che se Einstein fosse vissuto adesso avrebbe avuto la diagnosi, così come Steve Jobs. Leggendo le interviste ai leader delle società della Silicon Valley, secondo Temple, si capisce che molti sono nello spettro autistico. Per questo Temple ritiene che si possa fare molto per i ragazzi con autismo.

In questo articolo da mondoaspie.com sono riportate alcuni dei consigli che da anni Temple Grandin, dall’alto della sua esperienza come persona nello spettro autistico, dispensa per cercare di far comprendere come si possa insegnare ai bambini con autismo, facendo comprendere come pensano e quali siano le loro difficoltà nel comprendere il  mondo dei neurotipici (cioè di chi non è autistico). Per molti ragazzi il primo linguaggio che comprendono è fatto di immagini, mentre le parole sono solo la seconda lingua, quando questa è loro accessibile. La cosa più importante da sottolineare è che i ragazzi possono apprendere, ma devono avere dei bravi insegnanti, gentili e fermi nella loro intenzione di insegnamento, che capiscano come interagire con loro in maniera proficua.

I 24 consigli che potete leggere nell’articolo di mondoaspie, sono sintetizzati di seguito:

1. Usare le immagini
2. Dare istruzioni brevi (max. 3 passaggi)
3. Sfruttare i talenti
4. Usare gli interessi speciali
5. Usare metodi visivi per i numeri
6. Usare il computer al posto della scrittura a mano
7. Usare parola e immagine insieme
8. Attutire i rumori
9. Evitare luci al neon
10. Indossare vesti propriocettive
11. Interagire mentre dondolano o rotolano
12. Cantare o parlare a voce bassa
13. Separare compiti visivi e uditivi
14. Usare il tatto per i bambini non verbali
15. Computer e tastiera vanno messi vicini
16. Usare foto vere non disegni
17. Dare una cosa solo se la pronuncia
18. Usare la trackball invece del mouse
19. Allungare il suono delle consonanti dure
20. Usare i sottotitoli nei film
21. Incollare una freccia sul mouse
22. Attenzione agli sfarfallio del monitor
23. Attenzione a scale mobili e luci fluorescenti
24. Leggono meglio le scritte in nero su carta colorata che riduce il contrasto

Vi consiglio di leggere questo articolo cliccando su questo collegamento.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.